giovedì 25 dicembre 2008

Ma come si gioca?


Orbene, collegandomi al precedente intervento, nonchè alla citazione di beatlesiana memoria:
"Nothing you can say but you can learn how to play the game. It's easy." mi sorge un amletico ed abnorme dubbio. A dire il vero è da un po' che mi sorge, ma cerco di sopprimerlo per camuffarne la rilevanza in una normale vita di un' (a)normale persona umana quale sono. Ok, posso imparare come giocare, è semplice. Grazie, amici, di cuore. Ma come??? Insomma, ti intortano ben bene con il gioioso "La la la" iniziale, gli amici Scarafaggi, ti buttano tutta un'atmosfera che a Natale ci sta come la Nutella sul pandoro, e poi ti lasciano come un'allocca, non ti dicono neanche le regole del gioco. Ma non si fa così, eh. Perchè io mi sono accorta che gira e rigira, io non so neanche come si gioca. L'amore è figlio di Espediente, no? Non era Platone a dirlo? Ma questo Espediente è innato o no? Si impara, si perfeziona, dobbiamo scoprirlo, si compra a chili, etti o fettine? Sinceramente ogni volta che penso di averci capito qualcosa con questa storia dell'amore e del gioco conditi in salsa giuliva, ecco che cado come una pera matura dall'albero. Con conseguente "Tung" sintomatico del non indifferente tonfo per terra. Ma voi che mi dite, l'avete capito come si gioca? Come? Essere se stessi? Ma noi, veramente, chi siamo per definirci noi stessi? In base a quale prototipo siamo noi stessi, dato che mutiamo e cambiamo le carte in tavola da un momento all'altro? Cambiamo gusti, abitudini, musica, modo di vestire, stile. Nessuno è se stesso dunque. Mah. Oppure? Darsi delle arie?
"Aaaah sì, sai io ho vinto il premio Nobel qualche anno fa.... Pronto....? Pronto.....? Emerito, ci sei ancora?? Emerito Stronzoooo? Noo, ha riattaccato".
Forse ho capito! Bisogna essere semplici... Niente arie, niente vanti, niente parlare delle proprie attività!
"Cosa ti piace fare?" "Ehm... Niente." "Neanche riflettere?" "Ehm... No."
No, infatti. Mi sa che la Verità è lontana. Platone aiutami tu.

3 commenti:

Ponga ha detto...

Grazie per il commento che mi hai lasciato,sono felice che ti piaccia il mio blog....anche il tuo è piuttosto interessante,molto poetico...brava,mi incuriosisce!!!!

Maffy ha detto...

Buon Natale a te e grazie della visita nel mio mondo...
Ripassa quando vuoi, la porta è aperta... Io farò altrettanto con te...

AmosGitai ha detto...

Con la speranza che abbia passato un sereno Natale ti auguro un felice 2009!!!

AmosGitai