giovedì 25 settembre 2008

Impressioni di (fine) settembre




Vi è mai capitato che vi succedesse una cosa che vi aspettavate ormai da giorni? Una cosa che però gli altri continuavano a smentire categoricamente? Sfortunatamente è capitato anche a me. Ma è stupefacente notare come si possa cadere e risalire nell'arco di poco tempo. Ad un tratto ti crolla il mondo addosso, poi ti sembrerà per un po' di essere nato nel posto sbagliato, di volerti un giorno trasferire dal posto dove vivi per non vedere più questo, quello e quell'altro. E poi ti svegli una mattina, e non è successo magari nulla, ti giri e vedi sul tuo cuscino un raggio di sole, il tuo libro preferito sul comodino e una nuova giornata che aspetta, come una pagina di un libro ancora bianco, di essere scritta. A quel punto pensi che magari alcune persone non hanno neanche bisogno delle tue preoccupazioni e dei tuoi turbamenti e ti accorgi di quanto sia bello risorgere, per te stesso, per amor proprio, dall'oscurità; ti accorgi di quanto sia bello cancellare tutto il nero degli ultimi giorni. E passare davanti agli altri facendo un grosso, enorme sorriso.

4 commenti:

alfie ha detto...

allora buona scrittura della tua giornata.. un abbracio forte.

Shadowplay ha detto...

Ma grazie.... :)

Lavinia ha detto...

L'avessi letto 5 mesi fa, questo intervento....

Shadowplay ha detto...

Come mai, Lavinia? :)